Caffè Manifesto

Al via la campagna “Consumi o scegli?”, con cui Altromercato presenta il suo primo “prodotto manifesto”,  un caffè 100% arabica biologico, proveniente da Perù, Nicaragua e Messico, con una confezione sostenibile perché priva di alluminio e conferibile nella plastica. Ha una tazza molto aromatica e fruttata, corpo pieno con un retrogusto persistente e cioccolatoso. Un caffè non amaro per chi lavora, che puoi ricevere in omaggio. Come? Dall’1 al 18 Ottobre compila il modulo che trovi sul sito di Altromercato a questo link, vai nella tua Bottega Mondi Possibili con la conferma di ricevuta via email (anche sul cellulare), e a fronte di una spesa di € 25 di prodotti Altromercato ottieni un Caffè Manifesto in regalo.

L’obiettivo della campagna è quello di far riflettere sul potere di acquisto che ognuno possiede e come questo possa influenzare il modo di operare delle aziende per far sì che il mondo diventi un posto migliore, per tutti.

Da recenti ricerche è emerso infatti come i consumatori di oggi abbiano molta più consapevolezza della loro capacità di poter orientare il mercato e si aspettino sempre più che le aziende si comportino in modo responsabile e sostenibile, diventando portatrici di un valore che vada al di là del semplice profitto, agendo per il bene di tutti. Proprio per questo Altromercato ha deciso di “parlare” al cuore delle persone utilizzando un linguaggio nuovo, che porti a riconsiderare il valore delle scelte quotidiane.

Nel momento storico che stiamo vivendo c’è bisogno di far sentire in modo forte e concreto la nostra presenza, avvertiamo la responsabilità di far sentire la voce di Altromercato. Ora più che mai è necessario far sapere alle persone che un’alternativa concreta all’insostenibilità del mercato tradizionale esiste, basta sceglierla e farla propria acquistando i prodotti ‘giusti’”, spiega il Presidente di Altromercato Alessandro Franceschini. “Abbiamo lavorato ad un nuovo linguaggio di comunicazione e alla creazione di una nuova campagna proprio perché avvertiamo più che mai l’urgenza di chiedere a tutti di prendere una posizione sui temi su cui lavoriamo concretamente da sempre, come lo sfruttamento dei lavoratori, la tutela dell’ambiente, la lotta al caporalato.

Vogliamo che le persone si rendano conto della grossa differenza che c’è tra “consumare” e “scegliere” e che Altromercato può veramente dare l’opportunità – tutti i giorni- di fare scelte concrete per creare un futuro più giusto, che porti benefici a tutti gli attori della filiera, dall’origine della produzione fino al momento in cui il consumatore sceglie cosa acquistare. Siamo quindi tutti chiamati a “scegliere da che parte stare”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.